A+ A-
Ridimensiona i caratteri del testo
cliccando i bottoni a fianco.
OK
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e consente l’invio di cookie “terze parti”. Puoi conoscere i dettagli consultando la nostra Cookie policy, da cui è possibile negare il consenso all’installazione di qualunque cookie.
Centro di Ascolto | 345 8445884

Un anziano soffre di panico o di paura?

Domanda: Dottore , mia nonna di 84 anni dopo essere stata ricoverata in Ospedale in seguito a problemi respiratori, una volta rientrata a casa ha avuto , secondo il medico intervenuto, un paio di attacchi di panico. Ora in particolare, manifesta il bisogno di avere sempre la presenza di qualcuno vicino. Si tratta veramente di attacchi di panico? Possono insorgere anche in età così avanzata? Grazie , Simona

Risposta. L'attacco di panico riconosce situazioni e fattori che possono essere considerati favorenti o scatenati. La degenza in una struttura sanitaria non può essere considerata tale, a meno che l'attacco non si manifesti in chi ha una storia positiva.
Nel caso di sua nonna bisogna tenere in considerazione alcuni elementi importanti: la grave patologia che è stata causa del ricovero si presenta con sintomi quali la dispnea, la sensazione di non respirare, la fame di aria, che vengono sempre vissuti con un profondo senso di angoscia e di morte imminente. A questo c'è da aggiungere l'età di sua nonna. Credo perciò che la paura che ora prova nonna non sia affatto ingiustificata e che avere una persona cara accanto sia il desiderio che di ognuno di noi vorrebbe si realizzasse in certi momenti della nostra vita.

Condividi:


0 Commenti

Commenta

Vuoi lasciarci la tua opinione?
Lascia una risposta!
Lascia un Commento
Non sono presenti commenti
 Security code

Social Network